18 giugno 2010: ci svegliamo alle 4.00 del mattino, destinazione Bergamo. Il volo della Wizz Air ci porterà a Varsavia dopo un’ora e mezza di volo. Arriviamo in orario. Scambiamo della valuta locale in aeroporto e prendiamo il bus n. 175 che per soli 2.80 PNZ ci porterà in centro con la fermata proprio davanti al nostro hotel, il Metropol. Depositimao i bagagli in camera e partiamo per la visita della città. Ci appare subito come una città molto viva, abbastanza bella e pulita. Passiamo davanti all’imponente Palazzo delle Scienze e dopo aver attraversato la zona con palazzi di tipica architettura soviet ci dirigiamo verso la parte vecchia della città, Stare Miasto. Anche se completamente ricostruita è molto bello passeggiare tra le piazze e le vecchie case di Varsavia. Ripercorriamo tutta la via principale che parte dalla Piazza del Castello fino ad arrivare al Barbacane. Passnado oltre il bastione si arriva alla cosiddetta Città Nuova (Nowe Miasto) anche se lo è solo di nome e non di fatto essendo stata fondata alla fine del XIV secolo.

Torniamo verso l’hotel fermandoci prima  ad acquistare i biglietti del treno che ci condurrà il girono dopo a Cracovia. Il biglietto costa meno del previsto e con soli 286 PLZ riusciamo a fare andata e ritorno per due persone.  Sosta obbligata all’Hard Rock Cafè per l’acquisto della maglietta, quindi cena da Pizza Hut.

 

 

Palazzo delle Scienze

Varsavia Città Vecchia

Varsavia Città Vecchia

Barbacane

Cracovia Cattedrale

Cracovia Castello di Wawel

 

19 giugno 2010: dopo un’ottima colazione a buffet andiamo alla stazione, veramente vicina all’hotel, per perndere il treno per Cracovia. Arriviamo dopo due ore e mezza di viaggio comodo. Il tempo non è il massimo purtroppo e quando arriviamo fa freddo e comincia a piovigginare. Non ci fermiamo subito nel centro della città, ma puntiamo subito la visita al Castello di Wawel. Facciamo i biglietti solo per le zone che ci interessano cominciando con la cattedrale e il suo  museo. All’interno della cattedrale si può raggiungere la torre che conserva la Campana di Sigismondo, al più grande campana antica della Polonia. Visitiamo le varie cappelle e le cripte reali dove giacciono le spoglie anche del presidente Kaczynski e la moglie morti recentemente in un incidente aereo.  Continuiamo la visita con le Camere Reali e la Grotta del Drago. Dopo la visita sbuchiamo ai piedi del castello. Torniamo verso il centro cittadino dove visitiamo la piazza Rinek Glowny, la piazza medioevale più grande d’Europa  dove al centro si trova il Fondaco dei tessuti che ospita bancarelle di souvenir e artigianato. Gironzoliamo per le strade della città vecchia, quindi finita la visita torniamo in stazione per prendere il treno per Varsavia. Arriviamo giusto in tempo per la cena sempre da Piazza Hut.

 

20 giugno 2010: percorriamo la via Reale dalla parte opposta alla città vecchia. Un ampio viale alberato affianca le varie ambasciate fino ad arrivare al Parco Lazienki. Purtroppo il tempo continua ad essere grigio. Il parco splendido ospita vari edifici come il Palazzo sull’Acqua dove i pavoni fanno da padroni e un anfiteatro dove qualche ora dopo potremmo assistere a un concerto di pianoforte di Chopin, suonato da una musicista giapponese. Ritorniamo verso il centro della città dove nel frattempo erano state allestite bancarelle artigianali e di cibo locale. Pranziamo con formaggi tipici fatti alla griglia. Nel pomeriggio ci fermiamo in una bar con schermo gigante all’aperto per assistere alla partita dei mondiali della Nazionale Italiana, dopo la cena torniamo a ritirare i bagagli e ci spostiamo per la notte all’ hotel Courtyard Warsaw Airport  di fronte all’aeroporto visto che il giorno dopo saremmo dovuti ripartire prestissimo.

Varsavia Parco Lazienki

Varsavia Parco Lazienki

Varsavia Parco Lazienki